Rughe naso labiali a 30 anni: perché si formano e come ridurle

A che età iniziano a comparire le rughe naso labiali

Due donne a confronto con situazioni diverseSebbene la fascia d’età in cui le rughe naso labiali iniziano ad essere maggiormente evidenti sia intorno ai 30 anni, questi solchi cominciano a presentarsi già intorno ai 20, con l’unica differenza che le pieghe si formano solo nel momento in cui si sorride, accentuando di conseguenza quella caratteristica che altrimenti non sarebbe visibile.

Le rughe naso labili sono un tipo di imperfezione che come le guance cadenti si può risolvere eseguendo esercizi mirati.

Perché si formano le rughe naso labiali a 30 anni?

Abituati ad un viso giovane, liscio e sodo, al raggiungimento della fascia dei 30 anni, quando iniziano a comparire i primi segni del tempo e dunque notiamo il cambiamento, la domanda più frequente che ci poniamo è il perché della loro formazione. Ebbene, i fattori che portano all’insorgere delle rughe naso labiali possono essere molteplici e di diversa natura.

La gravità: a causa della forza di gravità alla quale siamo costantemente soggetti, alcune parti del viso tendono a scendere verso il basso dando origine alle pieghe, come ad esempio gli angoli della bocca.

Invecchiamento cutaneo dovuto ai raggi UV e all’inquinamento: i raggi ultravioletti sono una delle cause scatenanti dello svuotamento della pelle, provocando in essa una perdita di collagene e riducendo di conseguenza l’elasticità del derma. Altrettanto dannoso è il modo in cui agisce l’inquinamento, divenendo anch’esso causa scatenante dell’alterazione idrolipidica.

Ecco alcuni atteggiamenti che causano queste rughe

La mimica facciale: conseguenza delle espressioni del volto ripetute più volte nel corso degli anni, sono i segni d’espressione, le quali nel nostro caso vanno ad influire per mezzo di sorrisi e risate anche agli angoli del naso e della bocca.

La forma del viso: è una caratteristica che contribuisce alla formazione delle rughe in quanto chi possiede una forma più allungata e sottile è più soggetto ad averne e in maniera anticipata.

Genetica: anche l’eredità genetica ha il suo peso, contribuendo allo sviluppo di determinate peculiarità a dispetto di altre.

Scarsa idratazione della pelle: la mancanza di acqua nel derma, fa sì che lo strato più esterno della pelle si secchi dando vita a solchi più o meno profondi. è dunque importantissimo utilizzare creme idratanti e bere il giusto quantitativo quotidiano di acqua.

Perdita dei denti: un’eventuale perdita dei denti può essere la causa scatenante della formazione delle rughe in quanto svuotandosi le gengive dei suoi supporti, la pelle risulta meno tirata e piena.

Alimentazione: da non sottovalutare per la preservazione di una pelle giovane e sana è anche l’importanza del cibo che assumiamo, in quanto con l’introduzione dei cibi sbagliati si ottiene uno sbilanciamento dei nutrienti indispensabili al naturale equilibrio idrolipidico della pelle. Dunque è bene non dimenticare di introdurre nell’alimentazione giornaliera tutte quelle sostanze a base di flavonoidi come mirtilli, more, fragole, uva nera ed essenzialmente tutti quei cibi dalla colorazione tendente al rosso, al blu e al viola e di apportare la giusta dose di verdura, ricca di vitamine e sali minerali.

Esercizi utili per combattere le rughe naso labiali a 30 anni

Tabella con esercizi per combattere le rugheAbbiamo valutato i mezzi più noti per combattere la formazione delle rughe naso labiali, ma non abbiamo ancora preso in considerazione uno dei metodi più naturali e facili da eseguire, ovvero la prevenzione e la riduzione dei solchi attraverso degli esercizi mirati di yoga facciale.

Rappresentano un valido rimedio antirughe anche nel caso in cui non siano ancora presenti sul volto, dal momento che in giovane età i muscoli del viso sono caratterizzati da una buona elasticità, la quale se preservata garantisce una pelle tesa più a lungo. In questo modo si potranno evitare chirurghi estetici ed aghi, eludendo il fastidio provocato dai trattamenti e i costi che ne derivano.

Secondo alcuni studi medici, intervenire secondo questa metodologia può portare a risultati strabilianti dopo circa venti settimane di ginnastica facciale. La pelle apparirà più tonica e luminosa, ringiovanendo di almeno tre anni.

Sarà sufficiente ripetere gli esercizi per pochi minuti al giorno e potrete notare come ben presto, dopo un periodo di costanza e dedizione, la situazione ne risulti nettamente migliorata. Vediamo insieme come agire.

Per quanto concerne gli esercizi volti ad allenare i muscoli del viso, ce ne sono di due tipi:

  1. Creare una forma ad “O” con le labbra è il primo passo da compiere. Basterà mantenere questa posizione per una decina di secondi per poi tornare a quella di riposo. È necessario ripetere l’esercizio per almeno 4 volte.
  2. Pronunciare la lettera “U” e piegare successivamente le labbra verso l’interno della bocca per almeno una ventina di volte, facendo poi una pausa di pochi minuti per poi riprendere di nuovo l’esercizio.

Un altro modo di intervenire è rappresentato dal classico massaggio mirato alle zone interessate e sempre in grado di conferire un momento di piacere e relax. Non dimentichiamo che per combattere la gravità ed ottenere un buon effetto per il riempimento dei solchi presenti tra naso e bocca è sempre indicato procedere dal basso verso l’alto e dall’interno verso l’esterno.

  1. Poggiando l’indice di entrambe le mani sugli zigomi, si può procedere nel piegare leggermente la testa verso il basso in modo tale da sollevarli verso l’alto grazie alla pressione esercitata su di essi. Basterà ripetere questo movimento per una decina di volte.
  2. Ponendo il palmo delle mani sugli zigomi e simulando la posizione del bacio con le labbra, spingerli verso l’alto mantenendo questa postura per una trentina di secondi, per poi ripetere il tutto per almeno altre 2 volte.

Ricordando che siamo naturalmente protesi ai segni del tempo come ad esempio le rughe naso labiali che sorgono intorno ai 30 anni di vita, hai ora a disposizione tutte le informazioni utili per prevenire l’invecchiamento precoce della pelle e per intervenire nel migliore dei modi nel caso avessi raggiunto l’età in cui insorgono le prime pieghe.

Prendersi cura di sé quotidianamente rappresenta uno degli approcci migliori alla vita. Se poi un accenno di rughe si fa inevitabilmente spazio sul nostro volto ad un’età più avanzata, ricordiamo che a volte conferisce fascino e avvalora l’esperienza e il vissuto di chi le indossa. Nonostante ciò, ridurre al minimo la presenza di questi segni consentirà a chiunque di sfoggiare un aspetto più giovane e sano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.