Massaggio intraorale (o boccalico): cos’è, tecnica e benefici

In un mondo sempre più fonte di stress, prendersi cura della propria bellezza e del proprio stato mentale si rivela davvero fondamentale.
La tecnica del massaggio intraorale ad esempio sta prendendo sempre più piede, e in diversi ambiti, insieme al face yoga ha effetti benefici sulla cura del viso.

Molte sono le star del cinema che si affidano ai suoi benefici per avere un viso tonico e dall’aspetto ringiovanente.
Tuttavia la tecnica si è dimostrata molto importante anche in patologie a carico dell’apparato mandibolare, comportando notevole sollievo al dolore, quindi è bene anche rivolgersi a un professionista del settore per fare un corso sul massaggio intraorale.

Vediamo quindi cos’è la tecnica del massaggio intraorale, come si pratica e quali sono i benefici che apporta.

Massaggio intraorale: cos’è e a cosa serve

Donna che compie massaggio intraoraleA sviluppare questa particolare tecnica di massaggio intraorale (che alcuni chiamano anche massaggio boccalico) è stata Joelle Ciocco, una biochimica di nazionalità francese, da sempre impegnata nel campo della cosmesi.
Inizialmente, ed anche oggi in effetti, il massaggio intraorale è stato applicato nel campo della bellezza e dell’estetica, nel quale ha dato notevoli e concreti apporti.
Come si intuisce dal nome, il massaggio intraorale prevede l’inserimento all’interno della cavità orale delle dita, per poi effettuare dei massaggi su punti specifici e con movimenti di un certo tipo.

Via via che il massaggio veniva eseguito, nei centri specializzati naturalmente, si è potuto però apprezzare anche il beneficio collaterale in tutti quegli stati dolorosi a carico della mascella e della mandibola, tanto che oggi il massaggio rientra anche tra le terapie del dolore.

Quindi, partito come trattamento estetico, eccellenza ancora oggi mantenuta, il massaggio intraorale apporta benefici anche nella sindrome dell’ATM, cioè dell’articolazione temporomandibolare.
Vediamo come si effettua questa innovativa tecnica.

Come si effettua il massaggio intraorale o boccalico

Fu la stessa Ciocco, che ancora oggi effettua trattamenti a Parigi, a diffondere la tecnica, insegnando anche a praticarla.
Premessa fondamentale è che ad effettuare il massaggio, che può a dire il vero essere insegnato come tecnica di automassaggio seppur con certe limitazioni, sia un operatore esperto e qualificato, che sappia quali muscoli toccare e come.
I muscoli interessati dal massaggio sono quindi quelli del viso, con particolare riferimento a quelli interni alla bocca.
Il presupposto della tecnica è che il viso viene considerato quasi come una scultura, sul quale si può letteralmente andare ad agire per modellare.
In effetti, visionando le fotografie del ‘prima e dopo’, si possono notare ed apprezzare i profondi cambiamenti del tono muscolare del viso, quasi rimodellato da dentro.
I punti che vengono stimolati sono infatti i ‘trigger point’, cioè dei punti ‘grilletto’, che ripristinano il tono che da fuori non si riuscirebbe ad influenzare.

Quali sono i benefici del massaggi intraorale sull’estetica

Il massaggio intraorale è un massaggio doppio, perché prevede l’intervento prima esterno sul viso e poi interno nella bocca.
Si va ad intervenire con un vero effetto lifting, grazie al posizionamento delle dita sui punti chiave.
La pressione e i movimenti rotatori delle dita (per questo serve un esperto) stimolano le cellule a produrre elastina e collagene, le sostanze fondamentali che compongono l’impalcatura del viso, ed è per questo che gli effetti sono visibili e notevoli.

Con l’azione delle dita si può anche stimolare un effetto drenante che depura la pelle e permette al viso di eliminare tossine e scorie.

Il massaggio non ha controindicazioni a meno di stati patologici come infiammazioni o danni ai nervi, di cui è sempre importante avvisare l’operatore.

Possiamo anche usare questo massaggio dopo aver fatto degli eserczi specifici per rimediare alle guance cadenti o anche dopo un allenamento per snellire il viso.

Naturalmente dopo interventi chirurgici o estetici a carico del viso è sempre indicato attendere i tempi di recupero e di superamento dell’eventuale gonfiore o edema a carico del volto.
Può essere svolto prima come trattamento intensivo per una volta alla settimana per un mese, e poi effettuato una volta al mese come mantenimento.

Le rughe sono visibilmente ridotte con questo trattamento, così come eventuali imperfezioni della pelle dovute ad acne o ferite.
Inoltre il profondo effetto rilassante dona al viso un aspetto più luminoso e giovane.

Come abbiamo detto però il massaggio si è rivelato utile anche nel trattamento del dolore associato alla sindrome dell’ATM, cioè di quegli stati cronici o acuti a carico dell’articolazione temporomandibolare.

Benefici sul dolore temporo-mandibolare

Foglio di giornale che illustra i benefici del massaggio intraoralePoiché il massaggio svolge un profondo effetto rilassante, si dimostra utile in tutti quegli stati dolorosi come l’ATM.
Il motivo è innanzitutto biochimico.
Il rilassamento profondo, in quanto associato ad uno stato di benessere, induce l’organismo al rilascio delle cosiddette endorfine.
Si tratta dei neurotrasmettitori del piacere, che abbassano anche la percezione del dolore.

In secondo luogo, quando si prova dolore prolungato, si entra in uno stato di rigidità muscolare indotta, cioè si tendono letteralmente tutti i muscoli, con la conseguenza di attuare un circolo vizioso che fa percepire ancora più dolore.

Con il massaggio intraorale invece si distendono i muscoli del viso e della bocca, proprio quelli interessati nella sindrome dell’ATM.
In questo modo il dolore si allevia.

Si agisce proprio su quei trigger point in grado di accendere o spegnere il dolore.
In questa situazione non si sta più parlando di un massaggio estetico naturalmente, e quindi l’operatore esperto dovrà effettuare una serie di passaggi necessari quali:

  • una prima anamnesi per capire se ci sono stati particolari che impediscono il massaggio;
  • una valutazione globale dello stato della muscolatura del viso e della zona periorale;
  • una valutazione della situazione complessiva della mascella e della mandibola per escludere punti sensibili che sarebbe meglio non sollecitare;
  • la richiesta di aprire e chiudere la bocca per comprendere lo stato di mobilità della zona.

A questo punto si potrà procedere con il massaggio vero e proprio, con movimenti mirati da compiere anche mentre il soggetto apre e chiude la bocca, in modo da sentire fisicamente l’articolazione in movimento.

Come si svolge il massaggio alla bocca ed effetti fisiologici

Per concludere, specifichiamo che il massaggio va eseguito in un momento di calma, con il paziente (che sia per il trattamento dello stato doloroso o per una seduta di cosmesi) sdraiato supino e ad occhi chiusi, senza trucco sul volto e con la pelle perfettamente detersa.

Un buon massaggio si estenderà anche al resto del viso all’esterno, almeno all’inizio, in modo da rilassare tutta la muscolatura e predisporre il paziente al trattamento vero e proprio.

È stato dimostrato che il massaggio intraorale ha effetti:

  • drenanti: perché stimola l’eliminazione delle tossine e delle scorie;
  • dimagranti: il viso appare più magro grazie al gonfiore diminuito e alla scomparsa di eventuali edemi o accumuli di liquidi come negli stati di profondo stress o di assunzione di farmaci che gonfiano;
  • di lifting: con la stimolazione della produzione di collagene ed elastina il massaggio ha delle proprietà molto potenti, equiparabili al trattamento con farmaci e prodotti locali;
  • per l’estetica: con questo tipo di massaggio, che può essere fatto prima in forma intensiva e poi come mantenimento, si può evitare il ricorso alla chirurgia estetica e agli interventi invasivi;
  • per il ringiovanimento: il volto appare più giovane, luminoso e le rughe sono attenuate;
  • anti dolorifico: grazie alla stimolazione dei neurotrasmettitori associati agli stati piacevoli anche il dolore diminuisce.

Il massaggio intraorale combatte il mal di schiena e lo stress

Inoltre, il massaggio ha un benefico effetto anti stress ed è in grado di migliorare la mobilità delle articolazioni e della muscolatura della bocca e del viso.

Spesso non ci si pensa, ma c’è una profonda connessione tra la bocca ed altri dolori a carico dello scheletro e dell’apparato muscolare.

Sono state evidenziate connessioni importanti tra la bocca e la sua mobilità e il mal di schiena, nonché il mal di testa e l’assunzione di posture scorrette che di conseguenza gravano sul carico osseo.

Quindi, con un massaggio a carico della bocca si possono ottenere straordinari benefici per tutto l’organismo. I benefici iniziano dall’estetica del viso fino a terminare con la postura e il sollievo da stati dolorosi che non si erano messi in relazione.

Tutto, naturalmente, a patto di affidarsi solo alle mani esperte di operatori qualificati e opportunamente formati. Sono solo loro le persone infatti che potranno anche insegnare qualche piccolo trucco di auto massaggio da praticare tra una seduta e l’altra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.