Come rassodare il viso a 50 anni: 3 metodi INFALLIBILI

Che i 50 anni rappresentino un’età, dopotutto, considerevole non è affatto un segreto. Anzi: è un fatto ben noto. Così come è noto che una volta giunti a quell’età diventa davvero difficile riuscire a mantenere soda la cute. Per fortuna esistono varie tecniche e anche numerose metodologie che si possono adottare per rassodare il viso a 50 anni.

Ma quali sono queste tecniche e come occorre applicarle? Ecco tutti i dettagli.

Tecniche per rassodare il viso a 50 anni

Volto rassodato di una donna anzianaDopo 35 anni, le condizioni della pelle dipendono dalla produzione di una quantità sufficiente di collagene, elastina e acido ialuronico nelle cellule.

Con l’età, questi processi rallentano per vari motivi. All’età di 50 anni, quasi tutte le donne hanno bisogno di prendersi cura della pelle del viso, del collo e del décolleté. In modo particolare, ovviamente, bisogna prestare attenzione proprio al volto, in quanto è quello più “esposto”. L’intervento chirurgico non è adatto a tutti e la procedura è piuttosto seria: si ipotizzano incisioni, lunga riabilitazione e c’è un elenco impressionante di controindicazioni. Per questo motivo, molte donne preferiscono il ringiovanimento del viso senza intervento chirurgico, che non richiede l’intervento del bisturi.

Infine c’è anche un’altra questione di cui bisogna ricordarsi quando si parla di rassodare il viso a 50 anni. Parliamo soprattutto del face yoga. Negli ultimi anni questo venne sottovalutato, ma sono diversi gli studi che né dimostrano l’elevata efficacia.

Come facciamo a fare la scelta giusta sul metodo da adottare per far rifiorire il viso a 50 anni?

Per fare la scelta giusta, è consigliabile avere una comprensione completa di tutti i metodi possibili. Quindi, tenendo conto delle condizioni della pelle del viso, della salute in generale e delle capacità finanziarie, è possibile scegliere una procedura efficace ed economica per rassodare la pelle del viso a 50 anni.

In particolare occorre considerare tutto ciò che concerne l’utilizzo di speciali strumenti e accessori utili proprio per rassodare la pelle del visto. Alla base di queste procedure spicca l’influenza sugli strati della pelle di diversi tipi di energia utilizzando dispositivi speciali. I cosmetologi lavorano con laser, microcorrenti, radiazioni a radiofrequenza, ultrasuoni, impulsi luminosi e quant’altro ancora. Tutto questo permette di svolgere un’azione profonda e intensa. A seconda della metodologia scelta, è possibile ottenere dei risultati più o meno evidenti.

Lifting tramite riscaldamento per rassodare il viso a 50 anni

Donna mentre compie il liftingIn particolare vale la pena di prendere in considerazione il trattamento di lifting tramite riscaldamento. Durante la procedura, gli strati profondi della pelle e le fibre di collagene vengono riscaldati. Il riscaldamento viene effettuato fino a +60-70 gradi utilizzando un apposito strumento. I fibroblasti, le cellule di questo tessuto connettivo, sono esposti a temperature elevate.

Di conseguenza, viene sintetizzata la comparsa di più collagene (proteine), conferendo alla pelle compattezza ed elasticità. L’effetto della procedura si esprime nel rassodare il contorno del viso e in un evidente ringiovanimento. Il recupero è veloce. Basta qualche sessione per vedere i primi risultati.

Lifting laser un’altra tecnica per rassodare il viso a 50 anni

Da non dimenticarsi nemmeno del Lifting laser. È considerato un modo molto efficace per eseguire un lifting non chirurgico rapidamente e con risultati decenti. Durante il trattamento viene esposta la cute viene esposta alla radiazione infrarossa, grazie alla quale il naturale processo di sintesi di collagene ed elastina diventa attivo. Ci vogliono all’incirca 6 mesi di trattamento per vedere gli effetti. Il risultato dura fino a 3 anni. Tra i vantaggi spicca la mancanza di dolore e disagio. Le modifiche sono visibili già dopo la prima seduta. Il processo di rigenerazione e rinnovamento viene attivato nei tessuti, la pelle sembra ringiovanita. Questo avviene in quanto la cute viene rassodata dalla contrazione di vecchie fibre e dal rilascio di nuove cellule di collagene.

Quali integratori assumere per rassodare il viso a 50 anni

Vignetta di una donna e degli integratoriOltre a tutto ciò che riguarda le varie tecniche per il ringiovanimento del viso è possibile prendere in considerazione anche l’idea di usare degli integratori alimentari. Si tratta di sostanze che al di fuori da ogni dubbio possono portare un gran ventaglio di vantaggi alla persona.

L’unica accortezza in questo caso riguarda proprio che tipo d’integratore alimentare assumere.

Sul mercato, difatti, né sono presenti tantissime, di varie tipologie differenti. Cerchiamo, quindi, di fare un po’ di chiarezza provando a capire insieme quali sono i migliori integratori alimentari da assumere per rassodare il viso a 50 anni.

Tra le varie soluzioni si consiglia di prendere in considerazione soprattutto quello con un elevato contenuto di sali minerali e vitamine del gruppo B. Il motivo? Beh, semplice: i sali minerali aiutano nel supporto osseo, ma favoriscono anche il ricambio cellulare. Questo, a sua volta, aiuta in tutto ciò che riguarda la produzione del collagene. Questa sostanza viene prodotta in una maniera più massiccia, cosa che si riflette anche sull’apparenza della cute.

Qui, però, bisogna fare una piccola precisazione: assumere degli integratori alimentari aiuta, ma non basta. Si tratta di ciò che possiamo a tutti gli effetti considerare come un supporto ausiliario.

Come facciamo a scegliere e assumere integratori per rinvigorire il viso a 50 anni?

Scegliendo un buon integratore alimentare per mantenere la cute tonica e idratata è consigliabile prestare attenzione soprattutto agli integratori dei brand più famosi e maggiormente conosciuti. In questo modo sarà possibile evitare tutti i soliti i problemi e le varie difficoltà legate alle produzioni di poca qualità solitamente immesse sul mercato dai produttori di bassa reputazione.

Inoltre, si consiglia di assumere tutti quegli integratori che contribuiscono a stimolare la produzione di collagene. Sul mercato c’è ne sono davvero tanti: basta fare una piccola ricerca per scegliere quelli che si addicono meglio alle proprie esigenze. In generale, tutti quei prodotti che contribuiscono a rassodare la cute svolgendo un’azione ringiovanente sono consigliabili.

Tuttavia, prima di affidarsi a uno dei tanti integratori presenti sul mercato è consigliabile parlare con il proprio medico di fiducia onde evitare vari problemi collegati ai possibili effetti collaterali. Spesso sono gli stessi produttori degli integratori che lo specificano.

Come il face yoga può risolvere la pelle avvizzita a 50 anni?

È abbastanza possibile prendersi cura della propria pelle senza uscire di casa. Le tecniche del massaggio cinese e giapponese aiuteranno molto. Usandole, non è richiesto applicare molta forza e possono riuscirci tutti. D’altro canto, bisogna comunque sapere come svolgere questo tipo di massaggi e se non si sa come farlo da soli è meglio affidarsi a dei professionisti. Le tecniche prevedono un tocco delicato su alcune aree del viso. La ginnastica del viso manterrà il sistema muscolare in buona forma, migliorerà la normale circolazione sanguigna e la microcircolazione. Con l’aiuto degli esercizi, i muscoli del viso saranno attivi, il che significa che la produzione di collagene, elastina e acido ialuronico aumenterà a livello delle cellule.

Per imparare le nuove tecniche di ginnastica facciale anti-age consigliamo sempre i corsi di My TonicFace che garantiscono attraverso alcuni esercizi una pelle sempre soda e idratata.

Ma quali sono gli esercizi che si possono svolgere? Vediamone alcuni.

Donna che mostra i propri muscoli del voltoPer rassodare il viso a 50 anni e risolvere il problema delle guance cadenti, rughe e doppiomento, osserviamo come la ginnastica facciale fa un ottimo lavoro per ritonificare il nostro viso.

  1. Massaggia circolarmente la cute a livello delle tue guance. Il massaggio dev’essere svolto in maniera intesa e dovresti applicarci anche un po’ di forza. In questo modo potrai apportare il beneficio a livello muscolare.
  2. Palmi aperti, posizionali di fronte agli occhi e premi con un po’ di forza. Questi cerca di muovere i palmi delle tue mani in senso circolare. Così avrai la possibilità di provare il rilassamento a livello muscolare.
  3. Per svolgere la ginnastica facciale non sempre bisogna usare le mani. Vuoi una dimostrazione? Cerca di muovere la tua mascella in maniera tale da far sembrare che stai mangiando qualcosa. Mi raccomando: cerca di fare dei movimenti belli ampi.
  4. Afferra le tue guance con le dita e cerca di “tirare” la cute verso l’esterno. Puoi anche farlo in una maniera piuttosto energetica e forte. In questo modo stimolerai la circolazione sanguigna nella zona.

Tutti gli esercizi sono da fare in maniera costante se vuoi ottenere dei buoni risultati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.